/****** Font Awesome ******/ /****** Collapsing Nested Menu Items | Code by Elegant Themes ******/

 

Traduzione a mia cura da “The missing first years”

 

I genitori sottostimano quanto i bambini sentono e conoscono a partire dalla nascita

E’ incredibile quanto precocemente i  bambini sono influenzati dall’esperienza del mondo. Nonostante ciò, Tuning In, il sondaggio nazionale sui genitori condotto da Zero To Three, evidenzia che i genitori non sono consapevoli di tutte ciò che i bambini incamerano durante i primi mesi di vita.

Questa informazione è importante per le famiglie in quanto le ricerche mostrano che la sensibilità degli adulti ai bisogni ed ai sentimenti dei bambini è il singolo fattore più importante per il loro sano sviluppo, sia in questi primi mesi che a lungo termine.  Nei primi anni di vita del bambino, i genitori ogni giorno fanno scelte che possono condurre  a importanti differenze nello suo sviluppo.

Divario nella conoscenza e opportunità di apprendimento:

Dato concreto: il cervello dei bambini cresce più rapidamente nei primi 3 anni di vita.

Cosa pensano i genitori: il 34% dei genitori pensa che sia l’età tra i 3 e i 5 anni quella in cui il cervello si sviluppa più velocemente

 

Dato concreto: la qualità delle cure fornite dall’adulto ha un impatto a lungo termine sui bambini, a partire dalla nascita.

Cosa pensano i genitori: quando sono stati interrogati in merito su “a che età secondo voi la qualità delle cure ha un impatto a lungo termine sullo sviluppo dei bambini”, il 50% ha risposto “dai 6 mesi in su” e il 57% ha detto “dai 3 mesi in su”

 

Dato concreto: i bambini possono iniziare a provare tristezza e paura già dai 3-5 mesi di vita.

Cosa pensano i genitori: il 42% pensa che i bambini inizino a sperimentare emozioni dopo i 12 mesi e il 59% ritiene che queste emozioni emergano dopo i 6 mesi

 

Dato concreto: i bambini possono essere influenzati dall’umore del genitore a rendersi conto se egli è arrabbiato o triste già da quando hanno 3 mesi di vita.

Cosa pensano i genitori: il 47% ritiene che i bambini siano in grado di fare ciò dopo l’anno di età; il 63% crede dopo i 6 mesi 

 

Dato concreto: lo sviluppo del cervello del bambino è influenzato dall’assistere ad episodi di violenza ripetuta già dai 6 mesi di vita.

Cosa pensano i genitori: il 46% ritiene che ciò non sia possibile prima dell’anno di età

 

Dato concreto: i bambini risentono delle urla in famiglia, anche mentre dormono, dall’età di 6 mesi.

Cosa pensano i genitori: il 47% ritiene che ciò non sia possibile prima dell’anno di età

 

Qui trovate la relativa infografica

 

Scarica gratis il mio ebook "Che rabbia!!!"

Per insegnanti del Nido e delle scuole dell'infanzia

Ottimo! presto riceverai la tua copia gratuita del mio ebook, controlla la mail!